Una imbiancatina al Sepolcro? “Ribelli siriani”

Infine, pure gli strapagati burocrati del COI (l’inconcludente Consiglio per i diritti umani delle Nazioni unite) hanno ammesso i crimini dei “ribelli” siriani. E dire che da anni li bersagliavamo con articoli come questoquestoquestoquestoquestoquestoquesto,questoquestoquestoquestoquesto… Niente da fare.

“I crimini dei ribelli siriani?” Per la presidente, Navi Pillay, – da tempo immemorabilepaladina delle “guerre umanitarie” – c’era, sì qualche “eccesso” ma la colpa principale era di Assad e del suo sanguinario regime. Ora, che c’è la guerra di Obama ai “jihadisti”, la tizia  scopre l’acqua calda e si accorge di tre anni di massacri dei “ribelli” contro la popolazione siriana. Ma con una falsissima e  davvero irritante precisazione “noi lo avevamo sempre detto”. Come stanno facendo, in questi giorni, centinaia di giornalisti.e pure la Bonino.

Ma c’è rimasto qualche altro sepolcro da imbiancare?.

Francesco Santoianni

(articolo già pubblicato nel 2014 nel sito http://pecorarossa.tumblr.com/

Facebook Comments