Petrolio: prima gli Italiani

Ma vogliamo scendere in piazza contro questa infamia? Altro che omicidio Mattei: Trump ha deciso che, da maggio, l’Italia non potrà importare più petrolio dall’Iran. Già il prezzo del petrolio è schizzato alle stelle e il peggio deve ancora venire.
Anche perché, con la distruzione, operata dagli USA, di paesi come l’Iraq, la Libia, la Siria, e l’embargo imposto al Venezuela e all’Iran, noi ora il petrolio potremmo andarcelo a comprare soltanto dalle Petromonarchie del Golfo che, senza nessun concorrente, ci imporranno il prezzo che vogliono.
Il tutto nel silenzio tombale del Grande Sovranista di “Prima gli Italiani” (che continua a scodinzolare davanti a Netanyahu, vero artefice delle sanzioni all’Iran) e, purtroppo, anche della totalità della “sinistra antagonista” che non si rende conto che scendere in piazza contro questa mostruosa violazione della nostra sovranità nazionale significherebbe, tra l’altro, mettere con le spalle al muro Salvini e di Maio.

Francesco Santoianni

Facebook Comments