Ma – in nome di Dio – cosa sta succedendo al Corriere della Sera?

Un attentato con LSD al Corriere della Sera? Certo, un paio di giorni fa il più diffuso quotidiano italiano (che pure si pappa ogni anno 23 milioni di euro di contributi statali) annunciava – in un trafiletto – che Kim Jong Un – leader della Corea del Nord – aveva ordinato ai suoi sudditi di mangiarsi carne di cane (da uccidere prima a bastonate per renderli più saporiti). Ma era Ferragosto. E con il Mostro di Loch Ness oramai in pensione e i redattori al mare bisognava pure pubblicare un articoletto con la solita bufala sulla Corea del Nord per tirare avanti. Ma oggi, con la pubblicazione, in evidenza, dell’articolo “Il braccio destro di Putin e l’ordigno segreto per manipolare le menti” il Corriere supera l’immaginabile addebitando a Putin un complotto che farebbe impallidire Il Piano Kalergi o i più mirabolanti libri di David Icke. Un complotto basato sulNooskop!

Peccato non potere – per motivi di copyright  – riprodurre qui integralmente l’articolo (che, comunque potete leggere qui). Mi limito, quindi, a sintetizzarne i punti salienti.

Dunque, Putin avrebbe assoldato tale Anton Vayno, inventore di uno strumento chiamato Nooskop con il quale sarebbe possibile “convincere la gente che ciò che viene deciso in alto è esattamente quello che loro vogliono”. E come fa? “Persone che hanno lavorato in passato con Vayno parlano (…) di una specie di computer collegato a sensori di diverso tipo che registrano tutto quello che è successo nel tempo e nello spazio, fino alle transazioni delle carte di credito e agli scambi di ogni genere tra persone.” Quindi? “Ricerche per riuscire a conoscere tutto il conoscibile sull’attività umana in un dato paese o sull’intero pianeta esistono già (…)  Ma da tempo Vladimir Putin e i suoi vogliono non solo conoscere ma anche indirizzare. (…) Finora questo risultato è stato ricercato con strumenti tradizionali, come il controllo dei mezzi d’informazione classici (tv, giornali, radio) e delle organizzazioni sociali. Ora sorge il dubbio (…) che si stiano percorrendo strade inesplorate. (…) Il Nooskop per conoscere fin nel loro profondo le coscienze. E, forse, per indirizzarle come si vuole.”

Un attentato con LSD al Corriere della Sera?

 

Francesco Santoianni

(articolo già pubblicato nel 2016 nel sito http://pecorarossa.tumblr.com/

Facebook Comments