Comunali a Napoli. Movimento Cinque Stelle: con o contro de Magistris?

Nodi al pettine nel Movimento Cinque Stelle di Napoli. Respinta con altezzosità dalla “Rete” l’offerta di de Magistris di aprire un dialogo, anche per evitare di regalare la città ai confusissimi (ma pur sempre famelici) esponenti del PD, a raffreddare i bollori interviene il Direttorio (Roberto Fico) paventando per Napoli un’altra Sardegna. E cioè la non presentazione – in caso di turbolenze nella stesura della lista – dei Cinque Stelle alle prossime elezioni comunali. Insomma, un assist per de Magistris, (lo avevo già scritto qui e qui).

Ma perché mai la minaccia di un’altra Sardegna non è stata fatta cinque mesi fa per le elezioni regionali? Forse perché, allora, Luigi di Maio era già riuscito a piazzare i suoi (peraltro, non disprezzabili) candidati. Una maldicenza la mia? Forse, ma, tra gli attivisti Cinque Stelle, (almeno a leggere gli interventi sui Meetup) cominciano a  essere numerosi coloro che chiedono criteri trasparenti di decisione che soppianti la buffonata degli “Attivisti certificati”  (tremila nella sola Napoli) che nessuno ha visto mai e che, al momento sono gli unici a poter scegliere chi mettere in lista.

Poi ci sarebbe la questione di una dichiarata desistenza nei riguardi di De Magistris. O l’individuazione di candidati comuni. Insomma, qualcosa per far fruttare quel 20% che il Movimento ha raggiunto a Napoli nelle ultime elezioni.

Ci torneremo su questa questione

Francesco Santoianni

(articolo già pubblicato nel 2015 nel sito http://pecorarossa.tumblr.com/

Facebook Comments