Io rinuncio al mio credito greco. L’ultima buffonata de Il Manifesto

“Io rinuncio al mio credito greco” è l’incredibile appello proposto da “Il Manifesto” che sembra scritto dalle Dame della Carità. “Io”? Ma c’è qualcuno al Manifesto che spera di riavere indietro i soldi incamerati dalle banche (i cui crediti verso la Grecia sono stati graziosamente acquistati dagli Stati UE)? Un debito illegittimo come già attestato dalla commissione Audit del Parlamento greco, creato ad arte per poi mangiarsi con “privatizzazioni” e cioè la svendita dei beni pubblici, le ricchezze della Grecia. E allora perché pagarlo? Altro che affidarsi alla carità dei cittadini italiani i quali “hanno un credito di 40 miliardi con la Grecia”. Cittadini italiani che – secondo il Manifesto – dovrebbero aspettare i “loro” soldi finché la Grecia non si risolleva dalla sua miseria.  E la miseria in Italia? Sembra un testo per scatenare una guerra tra poveri. È questo che vuole il Manifesto?

 

Francesco Santoianni

(articolo già pubblicato nel 2015 nel sito http://pecorarossa.tumblr.com/

Facebook Comments