Grillo con il cappello in mano

“Le piazze non funzionano più”  ammette sconsolato Grillo in una intervista al Corriere della Sera nella quale si dichiara “pronto al dialogo su Rai e reddito di cittadinanza”.

Le “piazze”? Quali piazze? Grillo&Casaleggio, con la loro fallimentare strategia hanno impedito che il Movimento cinque stelle e i nove milioni di italiani che lo avevano votato facessero alcunché se non osannare su Facebook le gesta dei loro parlamentari. Rapporti con i movimenti di lotta: zero. Partecipazione a manifestazioni di protesta: zero. Il tutto nell’illusione di raggiungere il 50% E ora Grillo si accorge che le “piazze” – verosimilmente, intendendo con questo termine i suoi comizi – cominciano ad essere disertate.

Quindi? Quindi, riprendono quota gli sciagurati che rimpiangono il fallito accordo tra Grillo e Bersani. Proprio quello che avrebbe garantito al Movimento cinque stelle la stessa ingloriosa fine di Rifondazione con Prodi.

Ma nessuno riflette sulla circostanza che le più importanti conquiste (Statuto dei Lavoratori, Scala mobile, Legge 194….) sono state ottenute – non quando ci si divideva la torta stando al governo – ma quando si stava all’opposizione? Con le piazze piene, of course.

 

Francesco Santoianni

(articolo già pubblicato nel 2015 nel sito http://pecorarossa.tumblr.com/

Facebook Comments