Ma com’è che nessuno si è accorto che la gabbia è aperta?

Non ce la faccio più a subire tutto questo starnazzare contro l’ISIS. Certamente una banda di tagliagole, ma non certo peggiore delle tante altre finanziate dall’Occidente e dalle Petromonarchie, benedette dal “Gruppo Amici della Siria” (al quale partecipa da anni anche il nostro governo) Starnazzare che serve sostanzialmente a legittimare la nuova guerra che Obama ( e il governo Renzi) stanno conducendo in Iraq e che servirà a colpire la Siria. Starnazzare condotto anche con la diffusione di bufale come questa nell’immagine di copertina,

Mostra in realtà una manifestazione tenutasi nel 2013 in Egitto (grazie all’ottimo Sergio C. per questa precisazione)  contro la sottomissione delle donne (per vedere l’ingrandimento della foto clikkare qui) : guardare il tabellone affisso sul furgone evidenziato in rosso e il manifesto che porta la donna nel corteo dietro nella foto qui sotto,

Altro che “donne vendute come schiave a Mosul dall’ISIS”.Ma com’è che nessuno si era accorto di una bufala fatta così male? Perché per trovare informazioni su questa bufala sono dovuto andare su uno sperduto sito tunisino? Forse perché siamo già tutti intossicati sul “nemico da abbattere ad ogni costo”?

Per ulteriori informazioni sulla bufala: http://taraneh-azadi.blogspot.it/

Per conoscere la probabile autrice di questa bufala.

Altre bufale su donne incatenate dai mussulmani,

 

Francesco Santoianni

(articolo già pubblicato nel 2014 nel sito http://pecorarossa.tumblr.com/

Facebook Comments