L’ultima trincea dei Cinquestelle: la “lotta alla casta”

Si credono furbi i satrapi del Movimento Cinque Stelle che, per il 15 febbraio, hanno organizzato una manifestazione nazionale contro il ripristino dei vitalizi ai parlamentari. Evidente lo scopo dell’iniziativa: resuscitare lo “spirito identitario” dei primordi, quello contro la “casta”, nell’illusione che si possa così ricomporre un movimento ormai in decomposizione.

Manifestazione, si badi bene, salutata con soddisfazione dal mainstream, preoccupato che l’emorragia dai Cinquestelle possa alimentare ben più temibili mobilitazioni e movimenti (ad esempio contro il MES o le autostrade ancora in mano ai Benetton). Non sarà così per la mobilitazione del 15 febbraio che, certamente, sarà una mera claque a Grillo e alle sue invettive contro la casta. E che, temiamo, vedrà anche la presenza di tanti “dissidenti Cinquestelle” che ancora credono che alla crisi di un Movimento – che, appena due anni fa, aveva avuto la fiducia di milioni di Italiani – si possa rispondere con un “ritorno alle origini”.

Francesco Santoianni

Facebook Comments