E ora, che si fa?

Talmente impietriti da non riuscire nemmeno a leccarsi le ferite e biascicare le solite litanie, i tanti giornalisti e commentatori politici che da mesi, sbandierando i loro sondaggi pezzottati, continuavano a salmodiare il mantra su Trump e sulla certa vittoria di Killary Clinton. Peggio di loro stanno oggi i tanti della “sinistra antagonista” che, pur di scongiurare l’arrivo alla Casa Bianca del Grande Razzista, dichiaravano che se fossero stati negli USA, turandosi il naso, avrebbero votato Killary Clinton.

E ora, tirando un sospiro di sollievo per la scampata Terza Guerra Mondiale (nonostante la vicepresidenza USA nelle mani di Pence e la certezza che le promesse elettorali – vedi quelle di Obama – valgono nulla) una telegrafica considerazione.

La schiacciante vittoria di Trump attesta un clamoroso scollamento della classe media dal Circo mediatico e, quindi, dai padroni di ieri: una instabilità che può repentinamente evolversi in un senso o nell’altro. Basta che ci sia qualcuno in grado di prospettare credibili soluzioni; non certo appiattirsi sulle tante  Armi di distrazione di massa, come quelle che daranno vita, a Roma nei prossimi giorni, ad affollate manifestazioni. E quali sarebbero queste soluzioni? Intanto il non pagamento del Debito Pubblico con la conseguente nazionalizzazione senza indennizzo di banche e aziende; tra l’altro, una proposta in auge qualche anno fa prima che la “sinistra antagonista” si trasformasse in quella che è oggi.

“Ma è una misura rivoluzionaria! –  si lamenterà qualcuno – Non abbiamo sufficienti forze per portarla avanti”.  E allora tenetevi le Armi di Distrazione di Massa, la Boldrini, i figli clonati di Vendola, le mobilitazioni contro “il razzismo”, il “femminicidio”, il “fascismo”… Ma non venite poi a piagnucolare quando un nuovo Trump o un nuovo Hitler vincerà le elezioni anche da noi.

 

 

Francesco Santoianni

(articolo già pubblicato nel 2016 nel sito http://pecorarossa.tumblr.com/

 

P.S. Ricordo a tutti i compagneros con i quali avevo scommesso, la faccenda delle birre. Dovrebbero essere 16.

Facebook Comments