In nome della “guerra all’ISIS” stanno epurando la Rete?

Prima hanno hackerato “Contropiano” (bloccato per tre settimane) ora è la volta di L’Antiplomatico (quasi nessuno dei suoi articoli, da giorni, può essere postato su Facebook). Guarda caso, i due principali siti italiani contro la guerra. È una coincidenza?

  1. Se siete a conoscenza di casi analoghi segnalateli qui nei commenti. E speriamo che la povera Pecora Rossa scampi alla mattanza.

 

Francesco Santoianni

(articolo già pubblicato nel 2015 nel sito http://pecorarossa.tumblr.com/

Facebook Comments