Airbus A321: ma com’è che nessuno si commuove?

Ma com’è che nessun giornale o TG davanti ai 224 cadaveri dell’Airbus A321 precipitato nel Sinai si scioglie nei classici servizi strappalacrime che accompagnano di solito (si veda l’aereo malese in Ucraina) questi eventi? Forse perché si tratta di morti russi. Di una Russia che – in fondo- la morte se l’è andata a cercare (come, subito, attestato dalla CIA) andando a  bombardare le postazioni ISIS in Siria per difendere Assad. Fantapolitica? Forse. Ma, allora perché nessuno si commuove?

Francesco Santoianni

(articolo già pubblicato nel 2015 nel sito http://pecorarossa.tumblr.com/

Facebook Comments