Rimuovere le sanzioni alla Russia. Un’altra ottima iniziativa dei parlamentari Cinque Stelle (alla faccia di SEL)

Oltre alla richiesta di ripristino dei rapporti diplomatici con la Siria, un’altra ottima iniziativadei parlamentari Cinque Stelle: l’unica forza in Parlamento (con buona pace di SEL che si è astenuta sul rinnovo delle sanzioni) a fare qualcosa contro la guerra.

Qui il testo del comunicato della Commissione Esteri dei deputati M5S:

Le parole espresse dal presidente ucraino Petro Poroshenko sono scioccanti, esprimiamo sconcerto per l’appello lanciato agli Stati Uniti di inviare all’esercito di Kiev armi pesanti cui far ricorso contro Mosca.

E’ evidente che c’è un conflitto alle nostre porte sul quale i meda occidentali faticano ad esprimersi con chiarezza e trasparenza, un conflitto sostenuto da Washington e l’Ue, che nei giorni scorsi è stato nuovamente palesato con il rinnovo delle sanzioni nei confronti della Russia. Temiamo, francamente, che questa guerra presto possa investire anche l’Europa e l’Italia.

Il governo ritiri il suo sostegno alle sanzioni europee contro la Russia, c’è una nostra mozione che persegue questa linea a tutela del nostro made in Italy, già fortemente penalizzato dal contro-embargo stabilito da Mosca.

Inoltre, si inizi a valutare un approccio critico verso il folle espansionismo della Nato. L’Italia abbandoni il servilismo verso l’asse Usa-Ue e inizi e seguire una propria politica geo-strategica, che vada incontro agli interessi dei propri cittadini.”

Francesco Santoianni

(articolo già pubblicato nel 2015 nel sito http://pecorarossa.tumblr.com/

Facebook Comments