di me

<<E’ intelligente, ma non si impegna.>> Per i miei, che si sentirono dire questa frase dalla mia maestra, era sinonimo di assoluto idiota; per me, che, in un angolo assistevo all’incontro, fu un attestato di quella che è l’indole  della quale, ancora oggi, vado più fiero: la superficialità.

Intendiamoci, superficialità non significa indifferenza e neanche approssimazione; anzi, di fronte a cose che i più danno per scontate, riesco ad essere addirittura pignolo.. E, per di più, sono animato da grandi passioni  politiche, per non parlare delle mie “battaglie” contro la stupidità che serpeggia nella Protezione civile (e non solo lì). Ma queste non hanno mai scalfito il mio volere piluccare nei più svariati  campi con l’animo del più assoluto dilettante. E cioè di chi fa qualcosa  per il diletto di farla. E ho dalla mia Oscar Wilde: “Solo le persone superficiali non si fidano delle apparenze”. Risultati di questa mia frenetica attività? In termini di “status”: zero. Solo il piacere di averlo fatto.

E ho fatto parecchio. Date una occhiata, ad esempio a quanti libri ho pubblicato (nessuno tra questi – mi sia consentita questa precisazione – a mie spese), o quanti articoli (una piccola parte di questi li ho conservati qui nel sito). Oppure a quante mobilitazioni ho partecipato (e, qualche volta ho anche promosso). E se proprio vi volete annoiare, date una occhiata anche al mio chilometrico curriculum.

In altri tempi la sfrontata esibizione delle mie realizzazioni  sarebbe stata la Home Page del mio sito; oggi, la saggezza maturata con gli anni (speriamo!) mi ha spinto, invece, a celarla, quasi, dietro un link. Preferisco invece, intrigarvi  riportando in questo sito  post che, nel turbinare di Internet o di Facebook avrebbero rischiato di andare persi. Il che non sarebbe stato, certo, una tragedia.

Commenti

commenti