Catalagna

Dissoltosi nel nulla il Referendum per l’indipendenza della Catalogna, piena solidarietà ai tanti catalani che ora rischiano il licenziamento, pesanti multe o, addirittura, la prigione.  Totale disprezzo per i tanti pesci in barile – sedicenti “difensori dei diritti umani” – che se quello che ha fatto Rajoy lo avesse fatto Maduro sarebbero oggi ad invocare altre sanzioni o una guerra. E profonda pena per i tanti della “sinistra antagonista” (mai una parola sulla indipendenza del Donbass) che senza preoccuparsi di un movimento che chiedeva l’uscita della Catalogna dalla nazione spagnola, ma non dall’Unione Europea, dalla NATO, dal Fondo Monetario Internazionale…. si sono precipitati ad appoggiarlo.

Francesco Santoianni

P.S. Scusate il titolo irriverente ma non ce la faccio più a vedere su Facebook foto di qualche timida manganellata, o di una porta infranta, a Barcellona presentata come la prova del “fascismo di Rajoy” e, quindi, della assoluta necessità dell’indipendenza per la Catalogna. Insomma, una Catalagna.

Commenti

commenti