Nonno Pittella e il dialogo surreale con il nipotino di 4 anni sull’Europa

Davvero di cattivo gusto l’idea dell’europarlamentare PD Gianni Pittella di trascinare su Twitter il nipotino di quattro anni a sostenere gli sforzi del nonno distintosi per il suo sfegatato appoggio al regime fascista di Kiev che, proprio in questi giorni, sta uccidendo – con droni e cannoni forniti dalla NATO e dall’Unione Europea  –   innumerevoli bambini nel Donbass.

 Il mio nipotino più grande, Egidio, di soli quattro anni, mi ha chiesto: «Nonno, ma chi è più cattivo Trump o Putin? » Ed io. dopo un attimo di sorpresa: «Non saprei dirtelo, tesoro, ma ti assicuro che l’Europa è più forte di loro, non si farà vincere» E lui: «Quindi, Nonno, anche se è caduta una stellina, la bandiera europea trionferà?!!!» «Sì, amore mio. Malgrado tutto, l’Europa trionferà». È questo lo struggente post piazzato  su Twitter  da Pittella che pretende di addebitare a Trump e Putin l’agonia dell’Unione Europea e di tutti i partiti socialdemocratici europei. Una bufala  che si direbbe abbia plagiato il suo nipotino.

Qualcuno può dirmi il numero di Telefono Azzurro?

Oppure, quello di “Bastabufale” della Boldrini.

 

Francesco Santoianni

Questo articolo è stato pubblicato sulla Rubrica “I Media alla Guerra” del sito www.lantidplomatico.it

Commenti

commenti