La strana storia delle statue nude

Tutti a sghignazzare per le statue di nudi coperte, ai Musei Capitolini di Roma, per “non turbare la visita del presidente iraniano Rohani”. E c’è pure chi tira fuori il ferito orgoglio patrio o la resa dell’Occidente all’Islam. Nessuno che si domandi perché mai il governo italiano abbia organizzato, all’insaputa dell’ambasciata iraniana, tra i tanti musei che affollano la capitale, la visita di Rohani proprio nei musei capitolini e per di più in sale che ospitavano statue di nudi.

Non è che questa “gaffe” diplomatica è stata inventata a tavolino? Magari da chi oggi schiuma di rabbia per uno “stato canaglia”, oggi ricevuto oggi con tutti gli onori? O è per fare da contraltare allo scandalo dei rapporti tra Italia e Arabia Saudita?

P.S .Leggo su Wikipedia che Rouhani è sposato e ha quattro figli. Ma siamo sicuri che non abbia mai visto un nudo?

 

Francesco Santoianni

(articolo già pubblicato nel 2016 nel sito http://pecorarossa.tumblr.com/

Commenti

commenti